Nella sua storia millenaria, Conversano è stato un importantissimo centro religioso, a lungo diviso tra il potere papale e il potere vescovile che aveva la sua sede proprio in questo Comune. Storicamente nota vicenda del Monastero di San Benedetto, passato alla storia col nome di " Monstrum Apuliae", che ha ospitato in una prima fase i monaci benedettini e, dopo il 1266, le Badesse Mitrate, che per diversi secoli, hanno conteso il potere religioso al vescovato conversanese.

La Cattedrale di Conversano, sorta nel XI secolo XII fu rinnovata nel 1358-1379 mantenendo le forme originali e poi restaurata pesantemente prima nel "XVIII secolo" e poi nel 1911 a seguito di un incendio. Dedicata a Santa Maria Assunta sorge sull'acropoli cittadina, ben all'interno delle antiche mura megalitiche, e presenta i suoi quattro lati completamente isolati dalle costruzioni circostanti.

Quando ancora la contea non esisteva, un gruppo di monaci benedettini guidati da S. Mauro fondò, verso il VI-VII sec., il monastero dedicandolo al loro santo protettore. Al di là della leggenda, il monastero esisteva già nel 889, come è testimoniato da un documento dell'epoca. Dopo essere passato sotto la diretta protezione papale (1110), il monastero venne affidato alle monache cistercensi guidate da Dameta Paleologo.

Il complesso monastico di S. Maria dell'Isola è situato a circa 1,5 km dal centro di Conversano, sulla via per Rutigliano.